LinkedIn Adv: perché e quando attivarla

Su quale canale puoi contemporaneamente raggiungere un pubblico di professionisti, sfruttare diversi asset creativi e ottenere lead o conversioni? Certamente LinkedIn!

Il social network “per professionisti” oggi più che mai strizza l’occhio alle metodologie dei social media e permette agli inserzionisti, con i suoi strumenti, di intercettare una audience sulla base di ruolo, settore, dati demografici e interessi.

Quali formati si possono sponsorizzare? Che l’obiettivo sia trovare nuovi potenziali clienti o promuovere il proprio brand LinkedIn ha sempre un’adeguata soluzione.

Post link, caroselli o video, ma non solo! Su LinkedIn si possono veicolare ad esempio anche messaggi diretti sponsorizzati (il cui nome è InMail) che vengono consegnati nella casella di messaggistica privata dei singoli utenti in target.

Quali i pro e contro? Se di Pro ne abbiamo già elencati una serie, è importantissimo tenere in considerazione quello che per molti viene definito un contro o quanto meno un freno all’utilizzo della piattaforma: i costi.

La piattaforma LinkedIn impone infatti un minimo investimento pari a 10 € per ogni giorno di sponsorizzazione e la tempistica di esposizione minima è 1 giorno.

Come al solito conviene quindi prima partire dalla strategia, poi capire qual è il canale che ha il migliore ritorno di investimento a seconda dell’audience da coinvolgere e dalle interazioni che vogliamo ottenere.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Davide Palermo

Davide Palermo

Ti potrebbe interessare anche

Academy
Staff BTREES

BTREES partner di ESCP per innovare le aziende

Prosegue la collaborazione con la Business School ESCP, insieme a SocialFare e Réseau Entreprendre Piemonte, nell’ottica di far incontrare studenti e aziende, alimentando la nostra visione internazionale ed interculturale a servizio dell’innovazione.

Leggi Tutto »